Moto

L’assicurazione della Responsabilità Civile del ciclomotore/motociclo rispecchia senza sostanziali differenze quella della Responsabilità Civile Auto.

  • In caso di contratto di durata annuale, anche se frazionato in rate intermedie, trova applicazione il sistema del Bonus-Malus (clicca sul link per approfondire il meccanismo Bonus-Malus nella RC Moto), con l’evoluzione delle classi di merito e progressivi aumenti o riduzioni dell’entità del premio a seconda che vi siano o meno stati sinistri con responsabilità nel corso del periodo di osservazione.
  • In caso di contratto temporaneo di durata inferiore l’anno, il contratto cessa alla scadenza indicata in polizza, non viene rilasciato l’attestato di rischio e non si può usufruire dei benefici del sistema Bonus-Malus.

CONDIZIONI AGGIUNTIVE RC MOTO

Fra le condizioni aggiuntive più diffuse della RC Moto vi è, a parte la rinuncia alla rivalsa per guida in stato di ebbrezza e, solamente in caso di contratto di durata annuale, la  sospensione del contratto. La sospensione è un’estensione che consente di poter fermare l’assicurazione quando non si utilizza il mezzo e di riattivarla quando se ne dovesse aver necessità, prolungando in questo modo la durata del contratto. All’atto della sospensione è fatto obbligo di restituire il contrassegno, che viene sostituito con uno nuovo all’atto della sua riattivazione con la data di scadenza posticipata di un periodo pari a quello in cui l’assicurazione è rimasta sospesa. Per poter posticipare la scadenza all’atto della riattivazione è necessario che l’assicurazione sia rimasta sospesa per un periodo minimo che in genere varia da un assicuratore all’altro, ma che di regola oscilla fra i due o i tre mesi.

Ogni Estensione comporta una maggiorazione di Premio ed ogni Limitazione una sua riduzione.

CONTRATTO ANNUALE O TEMPORANEO?

Spesso quando ci si trova a dover assicurare un motociclo, si sceglie una polizza temporanea che copra i mesi di maggior utilizzo del mezzo, quelli che vanno grosso modo da Aprile a Ottobre in genere, nel successivo periodo invernale il mezzo rimane fermo e quando nuovamente il tempo lo permette si procede alla stipula di un nuovo contratto. Premesso che i costi di una polizza temporanea sono proporzionalmente più elevati rispetto a quelli di un contratto annuale, conviene scegliere una forma contrattuale annuale con possibilità di sospensione, in modo che sul lungo periodo quello che spendiamo per una polizza annuale ci duri anche diversi mesi in più, a discrezione dell’uso che viene fatto del mezzo. In più una polizza annuale alla scadenza presenta, in assenza di sinistri, i benefici del sistema Bonus-Malus con conseguente riduzione della classe di merito e del Premio.

Informazioni sulle assicurazioni RC Moto

Per informazioni su massimali, premio, attestati di rischio, si rimanda alle indicazioni già fornite per la RCA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *