Massimali RCA

I Massimali della polizza RCA, ovvero le somme massime corrisposte dalla Compagnia di assicurazione per risarcire i danni causati dal conducente del veicolo assicurato in caso di sinistro, sono regolati dal DECRETO LEGISLATIVO n. 198 del 6 Novembre 2007 di attuazione alla V direttiva CE (2005/14/CE) e dall’11 Giugno 2012 dovranno essere non inferiori a:

  1. Nel caso di danni alla persona l’importo minimo fissato è pari a 5.000.000 per sinistro, indipendentemente dal numero delle vittime;
  2. Nel caso di danni alle cose l’importo minimo fissato è pari a 1.000.000 per sinistro, indipendentemente dal numero delle vittime.

Prima di tale data i massimali potranno comunque essere pari ad almeno la metà dei nuovi (2.500.000 per danni alle persone e 500.000 per danni alle cose o animali).

Ma vale la pena risparmiare qualche Euro con il massimale più basso, rischiando di trovarsi poi in guai molto seri? Cambiare il massimale comporta  una differenza di premio non molto elevata e che mediamente oscilla tra pochi Euro fino al massimo di una ventina. Questo significa che con qualche Euro in più ci si può garantire la tranquillità più assoluta. Oltretutto un massimale minimo spesso non risulta sufficiente alla liquidazione degli incidenti mortali o con feriti gravi, per i quali la magistratura può anche stabilire risarcimenti elevatissimi. I danni superiori al massimale indicato nel contratto sono infatti a carico esclusivo del conducente/proprietario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *